Il libro sul comodino: "La porta" di Magda Szabò

Aggiornato il: apr 28


Recensione del romanzo di Magda Szabò "La porta"

“La porta”, della scrittrice ungherese Magda Szabò narra la strana e incredibile amicizia fra l'autrice e la sua donna di servizio, Emerenc, la protagonista del romanzo.

Con tono talvolta vivace e ironico, talvolta malinconico e infelice, la Szabò, spinta da un profondo senso di colpa, racconta gli ultimi anni di vita della sua collaboratrice domestica.

E già dalle prime pagine emerge subito la forte personalità di Emerenc: è lei a raccogliere informazioni sulla sua futura datrice di lavoro prima di accettarne l’incarico ed è lei a deciderne orari e compensi; non vuole ricevere regali, ma pretende che Magda e suo marito accettino i suoi, anche se di dubbio gusto; ha scarsa considerazione per la professione dello scrittore, ma pretende di ricevere le copie dei romanzi della stessa Szabò, senza, peraltro, leggerli; non crede in Dio e odia la chiesa, ma crede nell'aldilà.

Una serie di apparenti forti contraddizioni, che rendono Emerenc un personaggio straordinariamente complesso, tanto da far vacillare le sicurezze della stessa autrice, facendola sentire quasi una comparsa incapace e limitata, se paragonata all'anziana, perennemente attiva e instancabile.

Le incomprensioni e le conflittualità fra le due donne sembrano invalicabili eppure Emerenc, inspiegabilmente, si affeziona a Magda, tanto da includerla nel suo testamento.

Il rispetto per la sua datrice di lavoro è dimostrato, anche, dalla concessione, per una sola volta, di farle varcare la sua porta di casa. Ed è proprio quella porta il limite invalicabile che Emerenc pone a tutti, ad esclusione dei suoi gatti e del cane di Magda, Viola.

Un aiuto maldestramente offerto da Magda, ma mai richiesto dall'anziana donna di servizio, porta degli estranei a oltrepassare quel confine inviolabile e sarà la causa dell’ennesima, tragica e ultima incomunicabilità fra le due donne.

Come una figura mitologica, l’anziana crollerà e con lei tutto ciò di quanto prezioso la sua casa contiene.

Un ritratto indimenticabile in un romanzo straordinario. Un capolavoro della narrativa contemporanea.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti