Loro


Loro la guerra non la fanno.

Loro la provocano, la incitano, la esaltano, ma loro, in guerra, non ci vanno.

Ti fanno credere che é una crociata nobile e giusta, perché loro hanno sempre ragione.

Loro sono intelligenti. Loro sono furbi. Loro sono uomini veri.

Ma loro non si espongono.

Loro non lo fanno mai.

Si aspettano tanto da te.

Si aspettano il tuo sacrificio, la tua lealtà, la tua correttezza e in cambio non ti danno nulla, se non le loro sterili parole e le loro indifendibili argomentazioni.

E quando comprendi di essere stata manipolata e giri loro le spalle, la terra intorno a te comincia a bruciare.

Ti tolgono il saluto, ti dipingono con malignità stringendo, però, un patto ancora più saldo con il loro nemico, quello contro cui avresti dovuto combattere.

La loro falsità non ha limiti. Si spinge oltre l’indecenza, varca limiti che pensavi fossero invalicabili.

E, finalmente, lasciano emergere la loro vera essenza, quella natura che tu avevi già compreso, l’arroganza che tu avevi già intuito, ma che non osavi dichiarare, neppure a te stessa.

Perché tu, nelle persone, vuoi credere.

Perché tu, nelle persone, vuoi vedere sempre qualcosa di buono.

Ciclicamente li ritrovi in ogni nuova realtà che tenti di esplorare.

Loro sono ovunque.

E quindi lasci che l’ennesimo errore di valutazione ti colpisca. Cerchi di attutire il colpo con la solita dose di falso menefreghismo.

Il solito cretino ti ha appena tagliato la strada e tu non fai altro che invertire la rotta e allontanarti da lui il più velocemente possibile.

Ti riprometti di non cascarci più, ma sai che sarà un’impresa impossibile.

E’ nella tua natura ricaderci e nella loro approfittarsene.



Foto di Connor Danylenko da Pexels

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti